Marsala Turismo - Portale turistico della Città di Marsala | Parole, immagini e atmosfere di una città senza tempo
Marsala Turismo - Portale turistico della Città di Marsala | Parole, immagini e atmosfere di una città senza tempo
sabato, 18 novembre 2017 18:34:09
Utenti collegati: 135

Chiesa della Madonna della Cava di Marsala

Chiese e conventi
22/01/2013
27317
Marsala Turismo
Chiesa della Madonna della Cava di MarsalaLa costruzione della Chiesa della Madonna della Cava di Marsala è legata alla tradizione secondo la quale nel 1514 la SS. Vergine sarebbe apparsa in sogno a Leonardo Savina, padre agostiniano, indicandogli di scavare nella grotta ove egli dimorava, chiamata Cava. Furono così iniziate le opere di scavo che si prolungarono fino al 19 gennaio 1518, quando uno dei cavatori trovò la piccola scultura marmorea della Madonna col Bambino, alta appena 18 centimetri e databile intorno al 700 d.C..

Nel 1607 il consiglio civico decise di costruire una chiesa ad uso degli Agostiniani che, per oltre 90 anni, si erano serviti come luogo di culto di una grotta. Nel 1788 la Madonna della Cava fu proclamata patrona della città, mentre la chiesa tra il 1850 e il 1859 fu rifatta, ingrandita e affrescata con episodi biblici. Qui, il 19 luglio 1862, Giuseppe Garibaldi, dopo aver assistito alla santa messa, pronunciò in forma solenne il famoso giuramento “O Roma o morte!”.

L’11 maggio 1943 la chiesa fu rasa al suolo da una bomba sganciata da un aereo alleato. Finita la guerra, difficoltà burocratiche, finanziarie e tecniche ne hanno impedito la ricostruzione.

Dell’antico complesso oggi rimane solo la grotta e alcuni ambienti sotterranei, recentemente restaurati. Accedendo alla Chiesa, ipogeica e con al centro il pozzo ove fu ritrovata la statuetta, è da notare la prima cappella a sinistra, ove è collocato il sarcofago di Girolamo Margio, nobile benefattore marsalese.

Il 19 gennaio di ogni anno, giorno della festa della patrona della città, la Madonna viene portata in processione.


Tags